[Notizie dal Comune di Palermo] Consulta della Pace. Domani insediamento a Palazzo delle Aquile ed elezione del Portavoce

Ufficio Stampa Comune di Palermo ufficiostampa a comune.palermo.it
Lun 3 Apr 2017 17:30:40 CEST


Domani si insedierà ufficialmente la “Consulta per la Pace, i Diritti
Umani, la Nonviolenza ed
il Disarmo”, istituto approvato dal Consiglio Comunale nel 2015. A
convocare la prima seduta a Palazzo delle Aquile (ore 18,30) è stato il
presidente dal Consiglio comunale Salvatore Orlando. Il primo atto dei 54
rappresentanti che hanno inoltrato regolarmente l'istanza di iscrizione
sarà quello di eleggere il proprio portavoce.

La Consulta della Pace conferma il percorso dell’Amministrazione comunale
che da alcuni anni  interviene sui temi della Pace e della Nonviolenza,
attraverso l’Assessorato alla Scuola, in collaborazione con Francesco Lo
Cascio, presidente del MIR (Movimento Internazionale
della Riconciliazione) Palermo, nonché portavoce del Comitato per la
Nonviolenza, la Pace, i Diritti Umani, composto dalle associazioni
promotrici dell'istituzione della Consulta e dell’Ufficio per la Pace.
Questo lavoro di sensibilizzazione verso queste tematiche, attuato dalle
associazioni, ha consentito all’Amministrazione di aderire al coordinamento
degli Enti locali per la Pace ed i Diritti Umani, alle iniziative della
Marcia Perugia-Assisi, e il sindaco, all'organizzazione internazionale
Mayors for Peace,


“Con l’insediamento della Consulta della Pace – commentano il sindaco
Leoluca Orlando e il presidente del Consiglio comunale Salvatore Orlando –
la nostra città aggiunge al mosaico Palermo un nuovo importante e
determinante tassello di civiltà a conferma del cambio culturale e della
sua capacità di essere luogo di accoglienza, uguaglianza, integrazione e
contro ogni tipo di violenza e di discriminazione. Ogni singolo palermitano
da domani dovrà essere ancor più orgoglioso di appartenere ad una comunità
che porta avanti i valori della pace ed anche questo traguardo dovrà
funzionare come un nuovo tassello di autostima”.


La Consulta della Pace avrà le seguenti finalità:

- l’educazione al dialogo e alla Pace, alla nonviolenza, alla conoscenza,
alla difesa e al rispetto dei diritti umani, al disarmo e al lavoro attivo
contro la guerra e al suo rifiuto come mezzo di risoluzione dei conflitti,
alla mondialità e all’interculturalità, al riconoscimento e al rispetto
delle differenze, alla solidarietà, allo sviluppo sostenibile, alla
partecipazione civile attiva, ai metodi
decisionali orientati al consenso, al rispetto e alla promozione della
legalità, alla convivenza civile e pacifica;

- la promozione e il sostegno della risoluzione nonviolenta dei conflitti,
a partire dai rapporti interpersonali  fino ai rapporti di cooperazione e
solidarietà nazionale ed internazionale, la promozione e il sostegno della
giustizia tra i popoli  e nei rapporti tra gli Stati, del disarmo, della
diplomazia popolare, delle ambasciate di democrazia locale e dei corpi
civili di pace;

- l’affermazione della multiculturalità con particolare attenzione al tema
dell’accoglienza e della diversità;

- l’avvio e il potenziamento delle relazioni di gemellaggio;

- il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo del Millennio;

- contribuire a sostenere l’impegno per una risoluzione pacifica del
conflitto in Medio-Oriente, per la Pace e un nuovo fiorente sviluppo nel
Mediterraneo e per la costruzione di un'Europa delle città e dei cittadini,
interculturale e accogliente contro ogni forma di pregiudizio,
emarginazione sociale e xenofobia;

- la garanzia dei diritti di obiezione di coscienza al militare, e del
servizio civile nazionale ed europeo.

Fabio Citrano
Ufficio Comunicazione Istituzionale
Comune di Palermo
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <http://news.comune.palermo.it/pipermail/comune/attachments/20170403/6517e26a/attachment.html>


Maggiori informazioni sulla lista Comune